regione Emilia Romagna (BO)

Torrente tipico degli appennini emiliani, unico nel suo genere soprattutto per il tratto superiore caratterizzato da 18 sbarramenti artificiali.


imbarco
Imbarco classico in localitÓ La Villa - al ponte per Madonna dei Fornelli
GPS:  Lat.44° 12' 52" N  Long.11° 16' 49" E 
sbarco
2 km a monte del ponte per Loiano/Monzuno, presso piccolo borgo "Molino Grillara" tra strada e riva destra del fiume
GPS:  Lat.44° 15' 14" N  Long.11° 16' 53" E 
mappa
 
assistenza da riva
Possibile ovunque,strada sempre vicina in riva idrografica destra
attenzione
Gola boschiva con rive ripide in terra. Frequenti frane con caduta di alberi in alveo (rimossi in estate dai locali).
Reale pericolo con livelli alti per tronchi e morte ridotte al minimo.

idrometro
Attivo il teleidrometro SAVENA su CKfiumi idrometri.
livello minimo +65
livello buono +80
livelli superiori da valutarsi soggettivamente
locals di riferimento
Palma Lorenzo 3391474974
Rizzoli Furio 3283804539

descrizione
Imbarco al ponte in localitÓ "la Villa" .
Con livello alto imbarcarsi a valle dello sbarramento immediatamente sotto al ponte. Pericolo.
Superati i primi km di riscaldamente, il torrente inizia con una successione di rapide tutte visibili ed eventualmente trasbordabili.
Dopo un falsopiano, il torrente devia bruscamente a destra, con un primo piccolo salto di 50 cm, subito curva a sinistra e parte una rapida verso sinistra piuttosto pendente. Finita la quale il fiume si calma per 50 m, prendere quindi la morta a destra prima dell'imbuto a scivolo di destra, alto circa 2 metri.
Dopo questo imbuto/scivolo la rapida parte decisa e descrive 2 "esse" . Alla fine della rapida ci sono 2 buchi di traverso, affrontarli con decisione. Attenzione! Spesso in questa rapida si fermano dei tronchi quindi prendere le morte dove possibile.
A circa metÓ percorso , dopo una goletta boschiva dritta e non particolarmente impegnativa, inizia la bella rapida della "Frana" detta "il Rapidone".
Inizia in coincidenza di una piccola frana, e quindi l'ingresso cambia spesso.
Attualmente (21.01.2009) si entra a sinistra, il fiume curva subito verso sinistra. Mantenersi in centro/sinistra e gi¨ tra grossi buchi, rapida lunga e continua (circa 70 m) impegnativa con livelli alti.
Dopo tratto breve pi¨ tranquillo, poi una bella esse attorno a un grosso masso: si passa a destra o, con livelli alti, anche a sinistra.
Subito dopo il "Passaggione", uno scivolo di circa 4-5 mt. Prendere la morta a sinistra immediatamente prima, e visionare dalla riva.
Il passaggio si affronta saltando il primo scivolo/buco verso destra, e poi gi¨! Attenzione perchŔ il buco a sinistra tiene.
La rapida prosegue a destra, intensa.
Prosegue con altre belle rapide fino a una biforcazione, passare a destra, rapida breve ma impegnativa.
Poi il fiume si calma fino ad uno sbarramento alto circa 5 m superabile in ogni sua parte, scarso ritorno, ispezionabile sia da destra che da sinistra, trasbordabile a sinistra.
Ancora si prosegue fino al secondo sbarramento, ispezione preventiva perchŔ alla base c'Ŕ un gradino in cemento e rocce, pu˛ essere superato solo in centro destra, booffando, con livello basso c'Ŕ poco fondo.
al presente aggiornamento Ŕ fattibile, e dal catino di ricezione si passa navigando con attenzione a destra, passando sotto a un albero in un canalino che si ricongiunge al flusso principale...obbligo ispezione preventiva.
Dopo pochi km si arriva allo sbarco (riva destra) in prossimitÓ di un piccolo ponticello.
Si raccomanda l'abituale, massima correttezza con gli abitanti del borgo Molino Grillara , allo sbarco, molto ospitali con noi kayakisti, grazie.
 
Hanno contribuito a questo report:
lorrendoz Gustavo L'Onda